Agosto 29, 2023

Cosa è il Selfpublishing: come pubblicare subito il tuo libro

Introduzione

In questo articolo preparati a scoprire cosa significa davvero il termine “selfpublishing” e come questo fenomeno stia rivoluzionando il modo in cui gli autori e i professionisti portano le loro creazioni al pubblico.

Esploreremo ogni fase del processo, dall’inizio con un incipit intrigante, attraverso la formattazione impeccabile e il design accattivante, fino alla promozione creativa.

Non importa se sei un appassionato scrittore che desidera condividere la propria visione con il mondo o un professionista che vuole concretizzare anni di esperienza in una guida autorevole, il selfpublishing ti offre possibilità senza limiti.

Definizione e concetto del selfpublishing

Il selfpublishing, noto anche come autopubblicazione, è il processo attraverso il quale gli scrittori prendono il controllo del proprio destino editoriale, portando le loro opere direttamente al pubblico senza l’intermediazione delle tradizionali case editrici.

L’autore cura ogni aspetto del libro e poi lo carica in autonomia sulle piattaforme di selfpublishing.

Ma cosa rende così affascinante il selfpublishing?

Immagina di avere il potere di definire ogni aspetto della tua opera, dall’incipit avvincente all’ultima parola dell’ultima pagina.
Con il selfpublishing sei il capo indiscusso della tua storia, decidendo cosa va e cosa rimane, senza compromessi artistici.

Ma questo non è tutto: i vantaggi sono molteplici.

Hai la flessibilità di stabilire i tempi di pubblicazione, senza dover attendere il via libera di un’agenda editoriale. Nelle case editrici tradizionali parliamo di mesi, se non di anni, solo per una risposta. Nel selfpublishing invece i tempi di pubblicazione sono ridottissimi.
Guarda Amazon: una volta che hai caricato il testo e la copertina e confermato tutti i metadati, verrai pubblicato dopo massimo 72 ore, solo 3 giorni.

Poi c’è il lato economico: ogni copia venduta può tradursi in guadagni maggiori per te poiché eviti le percentuali spesso ridicole che le case editrici rilasciano. Nelle piattaforme di selfpublishing invece si hanno royalty (ovvero percentuali di guadagno sul prezzo di copertina) molto alte, fino al 70%.

Certo, fin qui è tutto rosa e fiori ma non puoi fare a meno di assumerti le tue responsabilità.

Il selfpublishing richiede un impegno profondo verso la qualità. La competizione nel mondo dell’editoria è agguerrita, quindi una scrittura impeccabile e una presentazione professionale sono cruciali per distinguerti. Ciò significa coinvolgere editor qualificati per garantire che ogni virgola sia al suo posto, e impaginatori e grafici che sappiano infiocchettare il tuo libro per renderlo più accattivante possibile già al primo sguardo. Per non dimenticare la parte più tecnica di caricamento e ottimizzazione del libro sulle piattaforme.

Il selfpublishing è un’avventura di creatività, autonomia e perseveranza, è un viaggio dove il talento e la determinazione, unite alla professionalità, sono le chiavi per aprire le porte verso il successo.

Le fasi del processo di selfpublishing

Il processo di selfpublishing si snoda attraverso diverse tappe fondamentali.
Da una scrittura avvincente a una distribuzione globale, ogni fase richiede attenzione e impegno per garantire il successo del tuo libro autopubblicato.

Scrittura e revisione

Tutto inizia con le parole. La fase di scrittura è il cuore pulsante di ogni opera letteraria. Dedica del tempo a sviluppare una trama coinvolgente e personaggi memorabili che catturino l’immaginazione dei lettori.

Una volta completata la prima stesura, entra in gioco la revisione. Coinvolgi beta reader affidabili e un editor professionista che possa offrire una prospettiva esterna e suggerimenti per migliorare la coerenza, la struttura e lo stile.

In ultimo fai eseguire una correzione di bozze: non c’è niente di peggio di un libro pieno di refusi ed errori grammaticali.

Design e Formattazione

L’adagio “l’abito fa il monaco” si applica anche al tuo libro.
Una copertina accattivante è il biglietto da visita che attira l’attenzione dei lettori. Investi in un designer esperto che possa tradurre l’essenza della tua opera in un’immagine persuasiva. Ricorda che hai pochi secondi per convincere il lettore a sfogliare il tuo libro (o a cliccarci sopra).

La formattazione interna è altrettanto importante: una presentazione professionale aumenta la leggibilità e migliora l’esperienza di lettura. Assicurati che il tuo testo sia formattato in modo coerente e privo di errori. Altrimenti renderai la lettura ostica e sgradevole, e questo influirà anche sulla percezione che essi hanno del contenuto del testo.

Pubblicazione e Distribuzione

Ora è il momento di trasformare il tuo manoscritto in un prodotto pubblicabile.
Le piattaforme di selfpublishing, come Amazon Kindle Direct Publishing (KDP) e Kobo, offrono strumenti intuitivi per caricare il tuo lavoro e creare una versione ebook e, nel caso di Amazon, anche una versione stampata.
Assicurati che tutto sia ottimizzato alla perfezione, dalla creazione del tuo account personale al caricamento del libro, dalla scrittura di una scheda libro accattivante alla scelta delle giuste keyword. Anche se sembrano attività secondarie, non lo sono affatto, anzi sono proprio questi particolari a determinare la visibilità del tuo libro in quel vasto oceano di libri digitali delle piattaforme online.

Marketing e Promozione

Il tuo libro è nel mondo, ma come farlo brillare nel firmamento editoriale?
Qui entrano in gioco il marketing e la promozione.
Costruisci una presenza online attraverso un sito web o un blog che rifletta la tua voce e il tuo stile.
Utilizza i social media per connetterti con i lettori e condividere frammenti intriganti del tuo lavoro.
Rifletti sulla possibilità di stanziare un budget per la pubblicità a pagamento, ovvero l’advertising.
Collabora con altri autori o influencer per ottenere visibilità e recensioni.

Ricorda che la promozione è un impegno costante, quindi pianifica strategie a lungo termine.

Sfide e considerazioni nel selfpublishing

Sebbene il selfpublishing offra opportunità entusiasmanti, è importante essere consapevoli delle sfide che potrebbero sorgere lungo il percorso.
Ecco alcune considerazioni da tenere a mente mentre intraprendi il tuo viaggio di autopubblicazione.

Autopromozione consapevole

Promuovere il proprio lavoro può essere una sfida per gli autori introspettivi o timidi (e io lo so bene…). Ma è essenziale superare questa sfida. L’autopromozione consapevole richiede la creazione di un’immagine autentica e la capacità di condividere il tuo lavoro senza apparire invadente. Trova un equilibrio tra condividere il tuo entusiasmo e rispettare l’interesse dei tuoi lettori. Sii costante e non lasciarti scoraggiare: il lavoro di autopromozione è lungo e i risultati non si vedono nell’immediato. Questo può essere a volte sconfortante a livello psicologico.

Qualità e professionalità

L’accesso diretto al pubblico attraverso il selfpublishing comporta una maggiore responsabilità nella produzione di un prodotto di alta qualità. Investire in servizi di editing, design professionale e consulenza è essenziale per evitare il “fai da te” troppo evidente, che potrebbe danneggiare la percezione del tuo lavoro da parte dei lettori.

Gestione del tempo

Il selfpublishing richiede tempo e pazienza, come dicevamo poco sopra. La scrittura, la revisione, la formattazione e la promozione richiedono impegno costante e attenzione ai dettagli. Imposta aspettative realistiche riguardo ai tempi di pubblicazione e ai risultati attesi. La pazienza è fondamentale per affrontare eventuali ostacoli o periodi di stagnazione.

Feedback e crescita

Accogli il feedback con mente aperta e usa ogni commento, sia positivo che negativo, per migliorare. Il selfpublishing è un’opportunità di crescita continua. Sii disposto a imparare dagli errori e a evolvere come autore e come persona.

Fluttuazioni del Mercato

Il mercato dell’autopubblicazione è dinamico e può subire fluttuazioni imprevedibili. Cambiamenti nelle preferenze dei lettori o nelle politiche delle piattaforme possono influenzare le vendite. Sii flessibile e aperto all’adattamento per mantenere la tua rilevanza.

Il selfpublishing richiede un approccio equilibrato e una mentalità aperta per affrontare le sfide. Essere consapevoli delle potenziali difficoltà ti aiuterà a fare le scelte giuste e navigare con successo nel mondo del selfpublishing, consentendoti di raggiungere il tuo pubblico e realizzare il tuo potenziale come autore autopubblicato.

Casi di successo nel Self-Publishing

Il selfpublishing ha aperto le porte a numerosi autori che hanno dimostrato che il controllo creativo e la determinazione possono portare a risultati eccezionali. Di seguito trovi alcuni esempi di autori noti che hanno raggiunto il successo attraverso il selfpublishing, confermando come questa via editoriale possa davvero essere un trampolino verso il riconoscimento globale.

Hugh Howey: un fenomeno del selfpublishing

Hugh Howey è diventato un’icona del self-publishing grazie alla sua serie di romanzi post-apocalittici “Silo”. Nel 2011, ha iniziato a pubblicare la serie come eBook su Amazon e il successo è stato strabiliante. Nel 2012, i primi romanzi hanno raggiunto la lista dei bestseller del New York Times. Questo risultato notevole ha attirato l’attenzione delle case editrici tradizionali, conducendo a una partnership di pubblicazione ibrida.

Andy Weir: da blog a bestseller

Andy Weir ha acquisito fama grazie al suo romanzo “The Martian” (Marte) che è diventato un bestseller e successivamente è stato adattato in un film di successo. Tutto è iniziato quando Weir ha pubblicato capitoli del romanzo come serial su un blog. Dopo che i lettori hanno manifestato un grande interesse, ha deciso di pubblicare il libro su Amazon. La sua abilità nel coinvolgere il pubblico online e la qualità della storia hanno contribuito al suo successo straordinario.

Gianluca Gotto: scrivere viaggiando

E ora un caso tutto italiano! Gianluca Gotto nasce come copywriter per blog di altri, scrivendo soprattutto sul gioco del poker. Giramondo nel cuore, rivoluziona la sua vita dopo le prime esperienze in Australia e Canada e diventa nomade digitale, aprendo anche il suo blog personale Mangia Vivi Viaggia. La narrazione di questi primi anni in cerca della sua strada verrà raccontato nel suo primo libro “Le coordinate della felicità”. Lo pubblicò inizialmente attraverso il selfpublishing, e sarà proprio sulle piattaforme online che verrà notato da Mondadori. Il passo fu breve e da quel primo romanzo seguirono altri 4 libri, sempre editi da Mondadori. Un bel salto, vero?

Erin Doom: una scrittrice per giovani

Nonostante il nome di fantasia, anche Erin Doom è una scrittrice italiana. Fino a poco tempo fa rimasta nell’ombra dell’anonimato, si è ora rivelata alla luce dei riflettori in una recente puntata televisiva.
Con i suoi primi due romanzi, "Fabbricante di lacrime" e "Nel modo in cui cade la neve", ha venduto oltre 700 mila copie e indovina un po’ da dove ha iniziato? Prima si è creata un seguito pubblicando dei capitoli dei suoi libri su Wattpad, successivamente si è decisa per la via del selfpublishing. Ha pubblicato il suo libro su Amazon, ottenendo fin da subito molte vendite e poco dopo è stata contattata dalla casa editrice Salani, firmando un contratto.

Qualche numero qua e là

Nell’indagine Istat appena conclusa è interessante notare come da quest’anno ci sia finalmente il focus anche sul selfpublishing, e non solo sugli editori tradizionali. D’altronde con un’importanza sempre più preponderante non è certo un fenomeno che può passare inosservato. Sono supercurioso di vedere i dati ufficiali quando usciranno.

Intanto andando a ricercare qualche dato storico, ecco cosa ho trovato in rete ricercando qualche dato statistico sul selfpublishing:

Aumento del numero di titoli pubblicati

Tra il 2010 e il 2019 il numero di titoli autopubblicati in Italia è aumentato del 300%. Nel 2010, sono stati pubblicati circa 2.000 titoli autopubblicati, mentre nel 2019 il numero è salito a oltre 8.000 titoli.

Fatturato annuale del selfpublishing

Nel 2015 il fatturato annuale generato dal selfpublishing in Italia era stimato intorno ai 5 milioni di euro. Nel corso dei successivi cinque anni, questo numero è cresciuto costantemente, raggiungendo i 15 milioni di euro nel 2020.

Percentuale di autori che scelgono il selfpublishing

Nel 2017 solo il 10% degli autori italiani preferiva il selfpublishing rispetto alle vie tradizionali di pubblicazione. Questa tendenza è cambiata nel corso degli anni, con una percentuale del 25% di autori che hanno optato per il selfpublishing nel 2020.

Influenza delle piattaforme digitali

Nel 2016 il 70% dei libri autopubblicati in Italia veniva distribuito principalmente attraverso piattaforme digitali come Amazon KDP. Questo dato è aumentato costantemente, raggiungendo l’80% nel 2020.

Il numero totale di titoli autopubblicati su Amazon KDP ha superato i 6 milioni nel 2021.

Nel 2021, l’autopubblicazione è cresciuta globalmente del 40% rispetto all’anno precedente.

Questi dati ci danno una visione globale di come il mercato del selfpublishing stia sempre più crescendo e stia diventando una realtà sempre più presente e influente sul panorama italiano e globale.

Tu cosa ne pensi di questa alternativa editoriale? Faccelo sapere nei commenti!

(Questo articolo contiene link di affiliazione. Se ci clicchi sopra, forse io potrei guadagnarci qualche commissione che reinvesto per creare contenuti di qualità su questo blog, quindi ti ringrazio!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sono Stefano Murari e la passione per i libri mi accompagna da tutta la vita.

Vieni a conoscermi

Categorie

Archivi

Per scrittori e professionisti che vogliono avere la libertà di autopubblicarsi con semplicità e qualità

© 2024 Stefano Murari | Privacy Policy | Brand & Web design Miel Café Design
magnifiercrossmenu